menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Al centro Giovanna Dell'Anna (ph Giorgio D'Aria)

Al centro Giovanna Dell'Anna (ph Giorgio D'Aria)

Gioielliera legata, banditi a mani vuote

SAN PANCRAZIO SALENTINO – I rapinatori le hanno ordinato di non schiacciare il pulsante anti-rapina ma lei non li ha ascoltati e così è stata legata e picchiata. Poi le guardie giurate al loro arrivo hanno esploso colpi di pistola in aria.

SAN PANCRAZIO SALENTINO - I rapinatori le hanno ordinato di non schiacciare il pulsante anti-rapina ma lei non li ha ascoltati e così è stata legata e picchiata. Poi le guardie giurate al loro arrivo hanno esploso colpi di pistola in aria. Un tentativo di rapina che avrebbe potuto avere un risvolto tragico quello messo in atto questa mattina nella gioielleria "Dell'Anna" di Corso Umberto I a San Pancrazio Salentino. La vittima, Giovanna Dell'Anna, figlia dello storico gioielliere Pancrazio, però, è riuscita ad avere la meglio e i rapinatori sono dovuti fuggire a mani vuote. La paura è stata tanta.

La donna questa mattina si è recata nel negozio di preziosi insieme ai suoi genitori, ma quando ha alzato la saracinesca all'interno dell'attività commerciale ha trovato tre individui incappucciati e armati che hanno tentato di bloccare le vittime. La gioielliera si è subito diretta al pulsante anti rapina collegato con la sala operativa dell'istituto d vigilanza Sveviapol. I malfattori si sono accorti di quello che stava accadendo e l'hanno bloccata legandola e picchiandola, l'allarme, però, ormai era stato lanciato.

Sul posto si è precipitata una guardia giurata che notando la scena dall'esterno ha esploso un colpo di pistola un aria. Poi una volta dentro altri colpi. Da quanto è stato accertato i malfattori erano entrati nel negozio di preziosi da una finestra che corrisponde in una strada parallela a Corso Umberto I, posizionata quasi vicino al soffitto. Per raggiungere il negozio hanno calato una scala a pioli. Sono fuggiti da dove erano entrati senza riuscire a prendere nulla. Nel frattempo la zona è stata assediata da carabinieri.

I banditi avevano lasciato l'auto in un vicolo cieco a pochi metri dalla gioielleria. Sulle loro tracce ora ci sono i carabinieri della locale stazione che dopo aver ascoltato la testimonianza delle vittime e di altre persone che hanno assistito alla scena ed eseguito i rilievi di rito hanno diramato la notizia della rapina e tutte le pattuglie in servizio nei comuni che confinano con San Pancrazio Salentino.

Al vaglio degli investigatori le telecamere presenti lungo corso Umberto I. Le vittime, intanto, sono state soccorse da un'equipe medica del 118, che le ha medicate sul posto. (Foto di Giorgio D'Aria)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento