Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Torchiarolo

Il Comune impegna circa 50mila euro per le marine e i cittadini le sporcano

Da una parte c'è l'amministrazione che stanzia quasi 50mila euro per la pulizia e la manutenzione delle marine, spiagge comprese. Dall'altra ci sono i cittadini incivili che abbandonano continuamente rifiuti per strada

TORCHIAROLO – Da una parte c’è l’amministrazione che stanzia quasi 50mila euro per la pulizia e la manutenzione delle marine, spiagge comprese. Dall’altra ci sono i cittadini incivili che abbandonano continuamente rifiuti per strada, in barba a tutte le disposizioni in materia e al servizio di ritiro a domicilio del materiale ingombrante. Le belle marine di Torchiarolo, a quanto pare, sono destinate al degrado perché i primi a non averne cura sono i cittadini. Forse oltre alla multa, e negli ultimi giorni ne sono fioccate parecchie, si dovrebbe passare alle denunce penali nei confronti di tutti coloro che vengono sorpresi a lasciare rifiuti per strada. “E chi assiste a questi episodi dovrebbe segnalare”, aggiunge il sindaco di Torchiarolo Nicola Serinelli. 

Risale alla notte scorsa un nuovo vergognoso episodio di abbandono: sulla litoranea all’altezza dell’uscita 15, proprio sul ciglio della strada, 1b9b84a3-bd15-423b-ab7c-ec33ac091868-2è stato accatastato di tutto, da mobilio di vario genere a una bicicletta. Ammassi di materiale di scarto che non fanno altro che dare un’immagine negativa di queste località balneari.

“Eppure il servizio raccolta ingombranti a domicilio è attivo ed efficiente (il numero è 800 80 10 20)  - commenta Serinelli - perché allora non assumere atteggiamenti responsabili in grado di ottenere ciò che si chiede nel rispetto delle regole? Nascerà mai nel cuore nostro di cittadini la cultura dell’appartenenza? Peccato che per colpa dei pochi incivili a pagare, in termini di immagine, sia tutto il territorio. Ci sono imprenditori che hanno deciso di investire dopo aver individuato in queste zone bellezze naturali (campagne con strade asfaltate, lo stesso mare, beni archeologici e tanto altro) da valorizzare e inserire in un circuito che porta sviluppo e occupazione. Il futuro delle nostre comunità transita dalla sinergia che riusciremo a creare tra pubblica amministrazione, realtà produttive che non limitano la propria azione alla spasmodica ricerca del profitto ma attuano il sano principio dell'utile sociale, e il cittadino che considero sentinella avanzata posta a difesa dei sacrosanti diritti e dei conseguenti doveri”.

sindaco nicola serinelli-2È inaccettabile ormai un comportamento di questo genere nei confronti di un territorio già penalizzato dai vicini insediamenti industriali. In attesa dell’opera di restyling cui dovrebbero essere sottoposte le marine di Torchiarolo nei prossimi mesi, per effetto dell’esecuzione di un progetto di riqualificazione costiera da 5milioni di euro, l’amministrazione, ha predisposto nei giorni scorsi, un budget di quasi 50mila euro per la pulizia e manutenzione delle località balneari.

Con delibera di giunta del 26 maggio scorso sono stati impegnati 33mila mila euro per la pulizia degli arenili, piazze, spazi pubblici, bagni e docce delle marine di San Gennaro, Lido Presepe, Lendinuso e Canuta. Con un altro atto simile, che riporta la stessa data, invece, sono stati stanziati 5mila euro per la riparazione delle grosse e pericolose buche presenti nell’asfalto, sempre delle marine. Infine il 7 giugno scorso è stato impegnato un budget da 11mila euro (7mila per l’acquisto dei prodotti e 4mila per la ditta incaricata) per la disinfestazione da insetti e larve nel centro abitato di Torchiarolo e delle marine.

L’impegno e la volontà di rendere le marine più confortevoli da parte dell’amministrazione di Torchiarolo a quanto pare c’è ma se non panoramica torre san gennaro-2-2cambia l’atteggiamento dei cittadini si può fare ben poco per dare a queste località balneari il risalto turistico che meritano. “In molte città del Nord le associazioni del territorio o comitati di cittadini organizzano giornate ecologiche, oppure fanno le ronde contro gli incivili – aggiunge Serinelli – si dovrebbe passare anche da questi processi per restituire decoro alle località balneari e al territorio in generale”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune impegna circa 50mila euro per le marine e i cittadini le sporcano

BrindisiReport è in caricamento