rotate-mobile
Incidenti stradali

Scontro frontale con un mezzo militare: auto distrutta, conducente in Rianimazione

Spaventoso l'impatto fra un'Audi e un Iveco M40 della Brigata San Marco avvenuto lunedì sera sulla complanare della superstrada Brindisi Bari. L'Audi era sprovvista di assicurazione e revisione

BRINDISI – Lo scontro è stato talmente violento da far ribaltare un imponente Iveco M40 della brigata Marina San Marco e ridurre a un groviglio di lamiere un’Audi A6. Un uomo di 34 anni residente a San Vito dei Normanni è ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Perrino di Brindisi a seguito dello spaventoso incidente che si è verificato nella tarda serata di ieri (lunedì 20 marzo) sulla complanare della strada statale 379 che collega Brindisi a Bari, direzione sud, all’altezza della riserva marina di Torre Guaceto.

Il mezzo militare ribaltato

Il sinistro si è verificato intorno alle ore 22.30, al confine fra i territori di Brindisi e Carovigno, nell’agro del capoluogo. La dinamica è al vaglio della Polizia Locale di Brindisi al comando di Antonio Orefice. Da quanto appreso il veicolo della Marina, diretto verso Brindisi, stava accompagnando dei militari impegnati in una marcia. L’Audi, condotta dal 34enne e senza nessun altro a bordo, procedeva in direzione nord.

Quel che resta dell'Audi

I mezzi, per cause da accertare, si sono scontrati frontalmente. Nell’incidente sarebbe coinvolto anche un terzo veicolo, che però non si sarebbe fermato. A seguito della collisione, il veicolo militare si è ribaltato sulla fiancata lato passeggero, finendo ai margini della carreggiata. L’Audi è uscita letteralmente distrutta dallo scontro. Ruote e pezzi di motore e di carrozzeria sono schizzati sull’asfalto nel raggio di metri.

Incidente complanare Torre Guaceto, Audi e mezzo militare ribaltato

E’ stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi per estrarre dal groviglio di lamiere il conducente dell’Audi e consegnarlo al personale del 118. Da lì l’uomo è stato trasportato, in codice rosso, presso l’ospedale Perrino, con fratture multiple. Nulla di grave per i militari. A uno di essi sono stati applicati dei punti di sutura, ma se si considera la violenza dell’impatto, può ritenersi fortunato.

Gli accertamenti del caso, come detto, sono di competenza della Polizia Locale. Entrambi i mezzi, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, sono stati posti sotto sequestro. Sul posto si sono recati anche i carabinieri. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro frontale con un mezzo militare: auto distrutta, conducente in Rianimazione

BrindisiReport è in caricamento