menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fontana Tancredi, associazioni al contrattacco: "Quereliamo il notaio Errico"

E’ guerra di querele e contro querele fra il notaio Michele Errico e le associazioni che hanno sostenuto la battaglia contro la realizzazione di una palazzina multipiano sulla fontana di Tancredi

BRINDISI – E’ guerra di querele e contro querele fra il notaio Michele Errico e le associazioni che hanno sostenuto (e vinto) la battaglia contro la realizzazione di una palazzina multipiano sulla fontana di Tancredi. Dopo la conferenza stampa in cui lo scorso 10 giugno il notaio annunciò di aver sporto querela per diffamazione a carico delle associazioni, oggi sono state le stesse associazioni ad annunciare di aver a loro volta querelato il professionista, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta presso lo studio dell’avvocato Stefano Latini.

LE VIDEOINTERVISTE

La diatriba verte intorno a una situazione di conflitto di interesse in cui, secondo le associazioni, si sarebbe trovato Errico all’epoca in cui ricopriva il ruolo di consigliere politico con delega alla legalità della sindaca Angela Carluccio, per aver firmato una certificazione per l’impresa costruttrice, la Edil Mic, depositata al Comune. Errico respinse con forza tale accusa, denunciando le associazioni nelle persone dei presidenti. Oggi però queste sono passate al contrattacco.

“In riferimento ad un ipotetico ‘conflitto di interesse’ – si legge in una nota congiunta delle associazioni - teniamo a precisare che abbiamo chiesto se non era giusto nutrire qualche dubbio in merito alla determina dirigenziale comunale, oppositiva della revoca del permesso a costruire, fondata su una relazione di consulenza per il costruttore, redatta dal notaio Michele Errico mentre era ‘garante della legalità’ su incarico dalla sindaca Carluccio”.

IL DOCUMENTO DELLE ASSOCIAZIONI

b05961d6-5a99-46c8-8006-465001f14ece-2

“A seguito di quanto detto dal notaio Michele Errico nella conferenza stampa – si legge ancora nella nota - abbiamo esaminato e ponderato le azioni conseguenti, ciascuno per la propria parte, e in particolare i presidenti delle associazioni Italia nostra, Legambiente, Touring Club Italiano-Club Territoriale di Brindisi, Club per Unesco di Brindisi sono giunte alla determinazione di affidare all’avvocato Stefano Latini l’incarico di depositare querela nei confronti del notaio Michele Errico”, sulle questioni riguardanti “la legittimità degli atti emessi, sino al permesso a costruire, e l’infondatezza della querela per diffamazione”.

Le associazioni, dunque, chiariscono che “la questione non è assolutamente chiusa” e che le loro ragioni verranno dimostrate “nelle sedi opportune ovvero dinnanzi agli organi giudiziari competenti, presso il Tar di Lecce e presso la Procura della Repubblica di Brindisi”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento