rotate-mobile
Cronaca

Le polizie locali "approdano" in Procura: siglato protocollo di intesa con i sindaci

Per la prima volta la Procura brindisina si potrà avvalere direttamente di unità di polizia giudiziaria dei Corpi di polizia locale di Brindisi, Mesagne, Fasano e Francavilla Fontana

BRINDISI - È stato sottoscritto oggi (giovedì 1 dicembre) alle 9,15 presso la Procura della Repubblica di Brindisi il protocollo di intesa, finalizzato alla collocazione di unità di personale dei comandi di Polizia Locale presso la citata Procura della Repubblica, tra il procuratore capo, Antonio De Donno ed i sindaci dei Comuni di Brindisi, Riccardo Rossi, Fasano, Francesco Zaccaria, Francavilla Fontana, Antonello De Nuzzo e Mesagne, Antonio Matarrelli.

La Procura brindisina potrà così avvalersi direttamente e per la prima volta di unità di polizia giudiziaria composta da appartenenti alle Polizie Locali, i cui compiti spazieranno in quattro ambiti: coordinamento con i singoli Nuclei di Polizia giudiziaria dei Corpi di Polizia Locale dei Comuni della Provincia di Brindisi, in modo da consentire un’immediata ed adeguata trattazione dei fatti illeciti segnalati, nonché garantire uno stabile e tempestivo scambio di informazioni tra gli uffici da cui ne possa seguire un’immediata risposta a situazioni di particolare urgenza, in uno spirito di costante e reciproca collaborazione; ausilio all’Udas (Ufficio Definizione Affari Semplici) della Procura della Repubblica, per la definizione dei procedimenti penali riguardanti i reati tipicamente di competenza del personale di polizia giudiziaria suddetto (reati stradali, edilizi ed ambientali).

E poi: ausilio all’Udg (Ufficio Demolizioni e Gestione beni in sequestro) della Procura della Repubblica, con riguardo a tutte le attività di demolizione degli immobili abusivamente edificati per i quali è stata emessa sentenza di condanna con ordine di demolizione, nonché al controllo dei beni in sequestro e giudiziale custodia onerosa: ausilio nelle attività investigative (ed esecutive degli eventuali sequestri) riguardanti i reati di cui agli artt. 633 e 639/bis c.p. (invasione di terreni o edifici).

“Il Protocollo - si legge in una nota della Procura di Brindisi - testimonia la preziosa e fattiva collaborazione dei sindaci e delle amministrazioni comunali interessate e la crescita professionale raggiunta dagli appartenenti ai Corpi e Servizi di Polizia Locale della provincia, anche grazie all’attività formativa organizzata dal Comitato Provinciale di Brindisi delle Polizie Locali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le polizie locali "approdano" in Procura: siglato protocollo di intesa con i sindaci

BrindisiReport è in caricamento