rotate-mobile
Cronaca Francavilla Fontana

Doppia rapina con omicidio: altri tre arresti dopo indagini

A Francavilla Fontana eseguita ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 3 pregiudicati

FRANCAVILLA FONTANA - Alle prime luci dell’alba di oggi, i carabinieri della compagnia di Francavilla Fontana hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal  gip del Tribunale di Brindisi, concordante con le ulteriori risultanze investigative prodotte da quel Nucleo operativo e radiomobile, nei confronti di tre pregiudicati del luogo, Salvatore Desiato 50 anni, Alessandro Taurisano e Leonardo Leuzzi, ritenuti responsabili, a vario titolo, di rapina, tentata rapina e porto e detenzione di arma da fuoco, nonché favoreggiamento personale.

cani carabinieri francavilla-2

Desiato è coinvolto nella doppia rapina che culminò con l'uccisione di uno dei tre autori il 23 gennaio scorso tra Francavilla Fontana e Villa Castelli: è ritenuto essere il “basista” della rapina, perchè avrebbe fornito "determinanti e precise indicazioni sulle abitudini della vittima, nonché messo disposizione dei rapinatori un’autovettura provento di furto". Tutti e tre, invece, sono accusati di essere i responsabili di una tentata rapina nei confronti di un ragioniere di una cooperativa agricola del posto. Colpo non andato a buon fine solo perché la vittima quel giorno casualmente non si presentò a lavoro. I fatti risalgono al 5 giugno scorso. 

Il complice ucciso accidentalmente

Le indagini furono avviate il 23 gennaio scorso dopo la cruenta rapina a mano armata nei confronti di un dipendente di un’azienda che opera nella gestione e nella vendita di congegni di intrattenimento elettronici mentre stava andando a versare gli incassi, 52mila euro, e della successiva rapina di un’auto in transito, seguite dalla morte di uno dei rapinatori attinto accidentalmente da un colpo di fucile al torace.

Successivamente furono sottoposti a fermo  fermo di indiziato di delitto (l'1 febbraio successivo) due pregiudicati di Conversano (Ba) tuttora sottoposti a custodia cautelare in carcere, ritenuti, insieme al rapinatore deceduto, gli esecutori materiali della rapina e i responsabili dell’involontaria morte del complice.  Il 27 marzo successivo, poi, fu arrestato un terzo membro della banda, anch’egli di Conversano e tuttora in carcere, per il supporto logistico fornito ai tre esecutori materiali della rapina a mano armata. Oggi altri tre arresti. 

Secondo quanto accertato dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Francavilla Fontana, coordinati dal tenente dESIATO Salvatore CON LOGO-2Roberto Rampino, Desiato (foto a destra) ha fornito ai complici della rapina del 23 gennaio, "determinanti e precise indicazioni affinché potessero porre a compimento il disegno criminoso in circostanze di tempo e di luogo favorevoli per il conseguimento del fine illecito, nonché per aver fornito loro l’autovettura Ford Focus, dallo stesso rubata qualche ora prima". 

È emersa, inoltre, la responsabilità per favoreggiamento personale di Alessandro Taurisano, "per aver aiutato Desiato ad eludere le investigazioni dell’Autorità finalizzate all’accertamento delle responsabilità in ordine alla rapina del 23 gennaio, rilasciando false dichiarazioni ai carabinieri, negando di essersi recato a Conversano o Polignano a Mare negli ultimi mesi e di aver incontrato di recente Desiato".

Il tentativo di rapina del 5 giugno 2017

Nell’ambito delle stesse indagini, come già accennato, sono acquisiti gravi indizi di colpevolezza a carico di Desiato, Taurisano e Leuzzi, in merito ad  un tentativo di rapina nei confronti di un ragioniere di una cooperativa agricola di Francavilla Fontana.

pistola sequestrata-3

In particolare, nel pomeriggio del 5 giugno scorso, "Alessandro Taurisano, a bordo della propria auto, prelevava Salvatore Desaito e Leonardo Leuzzi nei pressi delle rispettive abitazioni. Il terzetto, quindi, armato di pistola detenuta illegalmente da Taurisano, ed equipaggiato con guanti e passamontagna, aveva in animo di sorprendere la vittima al momento del suo arrivo sul luogo di lavoro, ma la rapina non si consumava esclusivamente perché, per pura casualità, il ragioniere aveva cambiato il proprio turno di lavoro". 

L'arresto odierno

I tre francavillesi sono stati arrestati alle prime luci dell’alba in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip Paola Liaci.

droga sequestrata-7

Nel corso dell’esecuzione dei provvedimenti, i carabinieri, coadiuvati da unità cinofile del Nucleo di Modugno, hanno rinvenuto e sequestrato, all’interno dell’abitazione di Taurisano, circa 30 grammi di marijuana, un bilancino e materiale per il confezionamento, nella sua auto  un passamontagna e guanti in lattice e, in un muretto a secco prospicente l’abitazione, una pistola Beretta calibro 6,35 completa di due caricatori e 13 cartucce, 23 dosi di cocaina, per complessivi grammi 16, ulteriori  180 grammi di marijuana. Al termine delle formalità di rito i tre sono stati associati alla Casa Circondariale di Brindisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppia rapina con omicidio: altri tre arresti dopo indagini

BrindisiReport è in caricamento