rotate-mobile
Cronaca Torchiarolo

Sosta selvaggia nelle marine, la piazza si trasforma in parcheggio: scattano le multe

Multe per divieto di transito (83 euro) e divieto di sosta (42 euro) tra Torre San Gennaro e Lendinuso nella mattinata di oggi, martedì 1 novembre, da parte degli agenti della Polizia locale di Torchiarolo

TORRE SAN GENNARO - Multe per divieto di transito (83 euro) e divieto di sosta (42 euro) tra Torre San Gennaro e Lendinuso nella mattinata di oggi, martedì 1 novembre, da parte degli agenti della Polizia locale di Torchiarolo, competenti per territorio. Rispettivamente piazza Garibaldi e piazzale Nautico sono stati presi di mira da automobilisti indisciplinati e irrispettosi del Codice della strada. Nonostante i cartelli che vietano transito e sosta in queste due piazze a ridosso del mare, la sosta selvaggia è all’ordine del giorno. Oggi sono state elevate nove sanzioni ma solo perché alla vista dell’auto della Polizia locale in molti si sono dileguati. Se fosse possibile un controllo costante e continuo il numero di multe giornaliere viaggerebbe sulla doppia cifra. E Torchiarolo potrebbe essere uno dei paesi più ricchi della provincia. 

Nonostante la stagione calda sia abbondantemente alle spalle entrambe le marine continuano a essere frequentate dagli amanti del mare, grazie anche ai bar che continuano a restare aperti. Purtroppo però, nonostante le strade siano tutte vuote, quindi libere e disponibili per la sosta, il vizio di parcheggiare quasi sul mare prevale su senso civico e rispetto delle regole e degli spazi pubblici. Eppure tutte le strade libere distano poche decine di metri dalle piazze. Va anche precisato che oltre ai cartelli l'accesso è bloccato da paletti di ferro che sono stati rimossi (da qualche cittadino) proprio per rendere libero l'ingresso nelle piazze. 

Nella mattinata di oggi, come accade spesso anche durante la settimana, gli agenti della Polizia locale di Torchiarolo, diretti dal vice commissario Lorenzo Renna, si sono recati a Torre San Gennaro e Lendinuso elevando sanzioni a chi non è riuscito a togliere l’auto in tempo. La sosta nelle aree non consentite toglie spazio anche ai bambini mettendoli in pericolo.  L’area dove dovrebbero giocare a palla e divertirsi con biciclette e monopattini, si trasforma in parcheggio per colpa degli incivili. Il pensiero comune è che non si può chiedere rispetto delle regole se in cambio c’è una totale assenza di servizi. Le marine di Torre San Gennaro, Lido Presepe e Lendinuso versano in stato di degrado e abbandono, sono stati rimossi i cestini dei rifiuti, le strade sono sempre più un colabrodo e il decoro urbano è un'utopia, ma questo non autorizza a non avere rispetto degli spazi pubblici. 

Il comandante della Polizia locale nei prossimi giorni si attiverà, di concerto con l’amministrazione, per l’installazione di un sistema di videosorveglianza in grado di monitorare h24 le aree ostaggio della sosta selvaggia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sosta selvaggia nelle marine, la piazza si trasforma in parcheggio: scattano le multe

BrindisiReport è in caricamento