rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Tentato furto motopala, presi 3 brindisini

BRINDISI – Da Brindisi a Lecce per rubare una motopala. Non ci riescono e vengono anche arrestati. Finiscono in carcere con l'accusa di danneggiamento, possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso e resistenza, Luciano Pagano di 38 anni, Cosimo Livera di 58 e Andrea Carlucci di 20. Tutti di Brindisi. Insieme a essi è finito in manette anche un 18enne di origini rumene, Andrei Ciubotaru.

BRINDISI - Da Brindisi a Lecce per rubare una motopala. Non ci riescono e vengono anche arrestati. Finiscono in carcere con l'accusa di danneggiamento, possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso e resistenza, Luciano Pagano di 38 anni, Cosimo Livera di 58 e Andrea Carlucci di 20. Tutti di Brindisi. Insieme a essi è finito in manette anche un 18enne di origini rumene, Andrei Ciubotaru.

I quattro sono stati rintracciati all'alba di oggi dagli agenti della Sezione volanti della questura di Lecce mentre percorrevano la tangenziale Ovest all'altezza dello svincolo Arnesano-Monteroni. Viaggiavano a bordo di una Nissan Qashqai di colore nero priva di targhe. A segnalare la loro presenza sulla superstrada del Leccese la vittima del tentato furto dopo essersi accorto che la sua motopala era stata manomessa (impianto elettrico e nottolino di accensione erano danneggiati) e che sul terreno del casolare dove era parcheggiata c'erano tracce degli pneumatici di un Suv. Inoltre era stato danneggiato anche l'impianto di irrigazione.

L'uomo avendo notato una Nissan Quashqai senza targhe transitare nei pressi delle sue proprietà in contrada Caradonna, ha allertato la polizia. Numerosi posti di blocco sono stati disposti lungo le arterie principali della zona, il Suv con all'interno i quattro presunti ladri è stato avvistato sulla tangenziale ovest. Per i poliziotti non è stato facile acciuffare quei malviventi, è stato ingaggiato un lungo e rocambolesco inseguimento fino a quando la banda non è stata fermata.

Nell'abitacolo c'era di tutto: uno spadino, un cavo in acciaio lungo otto metri, una torcia, una tenaglia in ferro, due pinze, una trancia fili lunga circa venti centimetri, cinque cacciaviti, uno scalpello, un paio di forbici, un gancio da traino, due maniglioni in ferro, una chiave a stella, guanti da giardiniere, due batterie che probabilmente servivano per mettere in moto la motopala priva di alimentazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato furto motopala, presi 3 brindisini

BrindisiReport è in caricamento