rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Calcio

Virtus Francavilla, serata storica: i biancazzurri stendono il Crotone per 3-1

Nel mezzo il pari momentaneo di Gigliotti, poi espulso nel secondo tempo. Il club della Città degli Imperiali azzecca il piano partita e conquista i primi tre punti stagionali

La Virtus Francavilla si regala una serata storica: alla Nuovarredo Arena, grazie ad una prova magistrale e di grande agonismo, ha avuto la meglio sul Crotone per 3-1 conquistando i primi tre punti della stagione e battendo un'altra big della Serie C, per la prima volta nella sua militanza nella terza serie: un'impresa che si aggiunge ad altre vittorie su squadre blasonate ottenute nel corso degli anni. Compattezza e pressing coi tempi giusti, i biancazzurri si sono presi la scena e hanno concesso poco ad una formazione che può vantare elementi di categoria superiore.


Virtus Francavilla-Crotone, le formazioni iniziali

VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Forte; Accardi, Gavazzi, Monteagudo; Di Marco, Biondi, Fornito, Macca, Nicoli; Giovinco, Artistico..All. Villa.

CROTONE (4-2-3-1):  Dini; Leo, Loiacono, Gigliotti, Giron; Petriccione, Felippe; Tribuzzi, Vuthaj, Vitale; Gomez. All. Zauli

Il primo tempo

Villa ha lanciato subito nella mischia Biondi e Giovinco, entrati bene a Benevento: con entrambi, il modulo in fase di possesso è diventato un 3-4-2-1 con uno tra lo stesso Biondi e Macca ad affiancare Giovinco per dare supporto ad Artistico. Il tecnico biancazzurro ha però rivisto subito i suoi piani a causa dell'infortunio alla spalla di Gavazzi: a fargli spazio De Marino, entrato come braccetto di sinistra con Monteagudo a scalare al centro.

Nelle prime fasi di gara il Crotone ha imposto un pressing asfissiante utilizzando la sua prima linea, in modo da ostacolare la costruzione dal basso dei biancazzurri che sono stati costretti a verticalizzare; la partita inizialmente è stata bloccata, anche perché Tribuzzi in fase di non possesso scalava sulla linea difensiva per formare una retroguardia a cinque, in modo da non dare sbocchi sulle corsie alla Virtus. Al 18' Biondi ha ricevuto palla sulla fascia destra, ha compiuto un break accentrandosi e lasciando partire un tiro terminato alto; la replica del Crotone è arrivata poco dopo, con il colpo di testa di Gigliotti su schema da calcio di punizione, spentosi però fuori alla destra di Forte.

Al 25' un lampo ha acceso la partita: la Virtus si  èprocurato un fallo a ridosso del limite dell'area, Giovinco si è incaricato della battuta e con una parabola morbida ha battuto Dini facendo esplodere la Nuovarredo Arena. I biancazzurri hanno tenuto botta di fronte allla pressione asfissiante e al ritmo dei calabresi, vicinisimi al pareggio in occasione del tiro ravvicinato sparato alto da Vitale, dopo un cross basso di Leo.

La formazione guidata da Zauli ha però impattato la gara al 39', sugli sviluppi di un calcio d'angolo guadagnato  a seguito di un'uscita sbagliata dei padroni di casa: Gigliotti, da due passi, ha battuto Forte di testa. Il primo tempo è finito così, la Virtus ha messo in scena una buona prestazione facendosi trovare ordinata e compatta, mentre il Crotone, nonostante il ritmo alto e la qualità del palleggio, non ha trovato la giusta coesione tra le parti, mostrandosi come una squadra spaccata quasi in due e poco reattiva in alcune situazioni di gioco

Virtus Francavilla-Crotone, il racconto della ripresa

A inizio secondo tempo il Crotone si è fatto vedere in avanti con le conclusioni fuori misura di Gomez e Tribuzzi, mentre Vuthaj ha impegnato  Forte in presa bassa. La pressione uomo su uomo di Villa ha dato i suoi frutti al 51', quando Fornito è andato a contrasto su Felippe, ha recuperato un pallone e grazie ad un mancino potente ha trafitto Dini da fuori area.

Il Crotone è rimasto spiazzato dalla rete dei padroni di casa, che hanno premuto il piede sull'acceleratore e trovato maggiori spazi. Al 56' il match è cambiato radicalmente, al netto dell'espulsione per doppia ammonizione di Gigliotti, che aveva fermato Giovinco con un fallo tattico. La Virtus si è compattata, concedendo il palleggio al Crotone e sporcando le linee di passaggio. Forse si è abbassata troppo, vista la superiorità numerica, ma in ripartenza Di Marco ha costretto Dini ad un miracolo su un rasoterra velenoso.

Il portiere dei calabresi si è ripetuto all'84' sul piattone destro di Macca arrivato dopo un'azione manovrata. Il classe 2003 ha suggellato la sua prova da man of the match recuperando l'ennesimo pallone e servendo un cross morbido per il neoentrato Polidori che di testa, in tuffo, si è sbloccato per il tris che ha mandato in delilrio lo stadio della Città degli Imperiali: nel finale è stata amministrazione per la Virtus Francavilla  che ha festeggiato stretta ai propri tifosi un'impresa da ricordare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Virtus Francavilla, serata storica: i biancazzurri stendono il Crotone per 3-1

BrindisiReport è in caricamento