Lunedì, 15 Luglio 2024
Calcio

Solidarietà nella stessa provincia, l'appello di un tifoso alla Virtus Francavilla

A parte i contenziosi tra i due presidenti, ci sono due città vicine che compongono un'unica comunità

Il nodo stadio continua a premere sul Brindisi dopo che anche lo "Iacovone" di Taranto è inagibile visto l'incendio conseguente al match giocato dagli ionici contro il Foggia. Ora i biancazzurri dovranno disputare la prossima gara interna di campionato sul neutro di Cerignola contro il Monterosi. In relazione alla vicenda, riceviamo e pubblichiamo di seguito la lettera di Alessandro Giosaun tifoso del Brindisi Fc, che ha rivolto un appello alla Virtus Francavilla e al suo presidente Magrì. La questione, chiaramente, riguarda la concessione dello stadio NuovArredo Arena della vicina "Città degli Imperiali" per disputare alcune partite di campionato.

Mi rivolgo a voi oggi con una profonda preoccupazione e un senso di delusione. Capisco che ci siano motivi per non concedere l’uso del vostro stadio per diversi mesi, ma non consentire al Brindisi di disputare due partite in casa dopo che per due anni siete stati ospitati nella nostra città sembra eccessivo. Questa decisione non colpisce solo la società avversaria ma anche tutti noi, gli abitanti di Brindisi, che vi hanno accolto con ospitalità in quei due anni, permettendo a migliaia di vostri tifosi di assistere alle partite senza dover percorrere centinaia di chilometri.

Ricordo bene il 2017, quando il Francavilla si trovava in una situazione simile a quella in cui si trova ora il Brindisi, con l’obbligo di ristrutturare lo stadio per partecipare alla Lega Pro. In quel momento, fu concesso loro l’uso del nostro stadio e la possibilità di giocare le partite casalinghe a pochi chilometri da casa, grazie all’ospitalità dei brindisini. Questo gesto di solidarietà e ospitalità ha permesso ai tifosi del Francavilla di seguire la propria squadra del cuore in modo più agevole.

Ora, con i ruoli invertiti, sembra che questa cortesia non venga restituita. Mi rivolgo al presidente Magri e chiedo personalmente la disponibilità a concedere al Brindisi l’uso dello stadio del Francavilla per permettere ai tifosi di seguire la loro squadra del cuore dopo ben 33 anni di assenza dalla Lega Pro. So che ci possono essere questioni passate tra i presidenti delle due squadre, ma è fondamentale separare queste controversie da questioni che coinvolgono i tifosi e la comunità.

I tifosi brindisini che nel 2017 hanno dimostrato un atteggiamento accogliente e sportivo non meritano di essere privati dell’opportunità di vedere la loro squadra giocare in un contesto più vicino. Questa è una richiesta che viene da tutti noi, tifosi di calcio e brindisini, che credono nella solidarietà e nel rispetto reciproco tra le comunità.

Spero sinceramente che questa richiesta possa essere presa in considerazione e che possiamo trovare un modo per superare qualsiasi divergenza passata in modo da permettere a tutti di godere del calcio e dell’ospitalità che dovrebbe essere il cuore del nostro sport.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solidarietà nella stessa provincia, l'appello di un tifoso alla Virtus Francavilla
BrindisiReport è in caricamento