Attualità

Decesso mamma di gemellini: "Ispettori ministeriali al Perrino che faranno emergere la verità"

Lo ha annunciato sottosegretario alla Salute, Marcello Gemmato, al termine di un sopralluogo eseguito nell'ospedale brindisino nella mattinata di oggi, sabato 28 gennaio

BRINDISI - Una commissione ministeriale sarà inviata all'ospedale Perrino di Brindisi dove lo scorso 22 dicembre è morta l'insegnante 41enne Viviana Delego di Fasano, cinque giorni dopo aver partorito due gemellini e dopo aver subito una isterectomia. Lo ha annunciato sottosegretario alla Salute, Marcello Gemmato, al termine di un sopralluogo eseguito nell'ospedale brindisino nella mattinata di oggi, sabato 28 gennaio. L'ispezione, partita dal Pronto soccorso nasce dalla necessità di fare chiarezza "su una serie di criticità" che caratterizzano il Perrino da anni. Il decesso della 41enne si aggunge ad altre tragedie e disservizi su cui va fatta chiarezza. Per quanto riguarda la mamma dei gemellini, nulla resterà intentato, il sottosegretario, quindi, ha annunciato "l'invio di ispettori ministeriali che faranno emergere la verità". La commissione sarà composta da due membri del ministero della Sanità, dall'Agenas, dall'Iss e dai Nas. Anche l’assessore regionale alla Sanità, Rocco Palese, aveva annunciato l’avvio di un’ispezione presso l’ospedale Perrino di Brindisi, per far luce sulla vicenda di Viviana Delego.

Il video del sopralluogo 

Come riporta l'Ansa, nei giorni scorsi ha suscitato molte reazioni la pubblicazione di stralci della relazione in cui il primario della Chirurgia dell'ospedale di Brindisi, Giuseppe Manca, riferisce che a richiedere il suo supporto per l'isterectomia che si era resa necessaria dopo il parto cesareo fu il ginecologo in servizio nell'unità operativa di Ostetricia, avendo quest'ultimo valutato - spiega il primario - "'la situazione estremamente difficoltosa e non essendo in grado di trattarla…'".
Il sopralluogo odierno, ha spiegato Gemmato, "deriva da una serie di criticità che si erano registrate. Lo stato di salute della sanità pugliese è noto a tutti. Ulteriormente si aggiunge la vicenda dolorosa della perdita della vita di una mamma, che doveva celebrare il giorno più bello della sua vita e che ora purtroppo non c'è più". "Ma di questo - ha precisato - non vorrei parlare per evitare una speculazione di carattere politico o, peggio, partitico. Chiaramente il ministero è vicino alla famiglia della defunta e metterà in campo tutto quello che può fare per fare emergere la verità". "Siamo qui - ha concluso - per essere solidali con i professionisti della sanità ma soprattutto per registrare le carenze di una sanità pugliese che non va".

Gemmato, inoltre ha annunciato l'arrivo di finanziamenti per fronteggiare la grave carenza di medici. "Il governo Meloni ha stanziato per quest'anno 2.150.000.000 in più per il Fondo sanitario nazionale. Per l'anno prossimo 2.300.000.000 in più, per il 2025 2.600.000.000 in più. Aggiungo che per l'anno prossimo sono destinati 200.000.000 di remunerazione aggiuntiva per i medidi del Pronto soccorso che evidentemente mancano o addirittura di dimettono per andare ad alimentare il cosiddetto fenomeno dei gettonisti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decesso mamma di gemellini: "Ispettori ministeriali al Perrino che faranno emergere la verità"
BrindisiReport è in caricamento