Agenti interrompono tentativo di suicidio

BRINDISI - L'equipaggio di una volante della questura di Brindisi, attorno alle 16,30 odierne, ha interrotto un tentativo di suicidio nel rione Cappuccini intervenendo su segnalazione di un amico della persona in pericolo. Dietro la vicenda pare via siano questioni legate alle relazioni familiari. Una equipe del 118 ha prelevato la vittima priva di sensi e l'ha trasportata al Perrino, dove attualmente è sottoposta a terapie rianimatorie.

Una volante della polizia

BRINDISI - L'equipaggio di una volante della questura di Brindisi, attorno alle 16,30 odierne, ha interrotto un tentativo di suicidio nel rione Cappuccini intervenendo su segnalazione di un amico della persona in pericolo. Dietro la vicenda pare via siano questioni legate alle relazioni familiari. Una equipe del 118 ha prelevato la vittima priva di sensi e l'ha trasportata al Perrino, dove attualmente è sottoposta a terapie rianimatorie.

I fatti si sono svolti in via Monte S.Michele, dove un operaio edile di 45 anni si era barricato nel garage della propria abitazione, quindi aveva avviato la sua moto di grossa cilindata bloccandone la manopola del gas. Poi ha atteso la morte per intossicazione da ossido di carbonio. Ma negli stessi momenti un suo amico, con il quale l'aspirante suicida aveva avuto un contatto telefonico poco prima manifestando il proposito di togliersi la vita, si era recato a cercarlo, e non riuscendo a farsi aprire la porta di casa ha chiamato il 113. Ma in casa dell'operaio in quel momento non c'era nessuno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli agenti della Sezione volanti inviati sul posto dalla sala operativa della questura hanno individuato quasi subito la situazione: da un garage chiuso proveniva il rombo di una motocicletta con l'acceleratore quasi al massimo. Senza perdere tempo, utilizzando alcuni attrezzi, i poliziotti hanno scardinato la saracinesca facendo fuoriscire la nube di gas di scarico che si era addensata nel garage, portando poi fuori l'operaio 45enne che giaceva sul pavimento privo di sensi, e applicando i primi tentativi di rianimazione in attesa dell'ambulanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro sulla provinciale: muore un bambino di 16 mesi

  • Nuova ordinanza regionale: obbligo di mascherina anche in spazi all'aperto

  • Scontro fra auto e scooter sulla provinciale: muore il motociclista

  • Coronavirus, nuovo picco di contagi: 33 casi in Puglia, 4 nel Brindisino

  • Rapina in pieno giorno: banditi armati di taglierino assaltano banca

  • Marito aggredito con l'acido: la moglie non parla davanti al giudice

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento