Fa esplodere petardo nel cortile della scuola elementare: denunciato

E' accaduto venerdì scorso, nel cortile della scuola elementare “Filippo Errico” in piazza Rubino. I bambini hanno iniziato a correre spaventati

LATIANO – Si sono vissuti momenti di paura, venerdì scorso, nel cortile della scuola elementare “Filippo Errico” in piazza Rubino a Latiano dove un uomo ha fatto esplodere un petardo mentre i bambini giocavano all’esterno. L’autore del gesto è stato individuato e denunciato per accensione ed esplosioni pericolose di petardi una persona anziana del luogo. Del fatto se ne sono occupati i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni, intervenuti subito dopo l’esplosione.

“La deflagrazione del petardo, lanciato nel cortile ha determinato negli scolari che stavano giocando e negli insegnanti comprensibile spavento. Il tutto è stato maggiormente acuito perché a seguito della deflagrazione si sono alzati in volo uccelli e colombi che erano intorno al giardino nonchè sugli alberi determinando così attimi di panico tra gli scolari che hanno iniziato a correre e gridare spaventati”. Raccontano i carabinieri in una nota. L’uomo è stato identificato e a seguito di perquisizione domiciliare gli è stata rinvenuta una scatola di petardi sottoposta a sequestro. Avrebbe spiegato di averlo fatto per scherzare. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Coronavirus, solo un caso in Puglia. Due morti nel Brindisino

Torna su
BrindisiReport è in caricamento