rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Piazza Dante

Ladro irrompe in ristorante: rubato registratore di cassa, ma era vuoto

Furto perpetrato davanti agli occhi degli avventori intorno alle ore 21:30 di lunedì nel centro storico di Brindisi. Indagano i carabinieri

BRINDISI – E’ entrato e con un gesto fulmineo ha sradicato il registratore di cassa, ma al suo interno non c’era neanche una banconota. E’ andata male a un ignoto malfattore che intorno alle ore 21:30 di ieri (lunedì 22 novembre) ha preso di mira il ristorante Acquapazza, situato in piazza Dante, a due passi dalla prefettura. Il ristorante era in piena attività. Mentre i camerieri erano impegnati a prendere le comande e a servire, il ladro ha colto l’attimo, approfittando di un momento in cui nessuno lo avrebbe visto per mettere le mani sul malloppo (o presunto tale). Il raid ha creato un po' di trambusto, ma la serata è proseguita regolarmente. Sul posto si sono recati i carabinieri per i rilievi del caso.

Un analogo modus operandi lo si era già visto la sera di sabato 6 novembre in corso Garibaldi, quando un uomo (ancora non identificato) irruppe in una pelletteria e cercò di arraffare un cassetto che in realtà (ma questo il ladro non poteva saperlo) conteneva solo dei documenti. La refurtiva, ad ogni modo, venne smarrita prima ancora di lasciare il locale, durante una precipitosa fuga. Due, dunque, gli elementi in comune dei due episodi: il tentativo (in un caso fallito, nell’altro riuscito) di impossessarsi del registratore di cassa e la sfrontatezza di agire in pieno centro storico, in un orario in cui è facile imbattersi in una marea di testimoni.

Attestati di solidarietà

“Il furto accaduto ieri sera, lunedì 22 novembre, nel ristorante Acquapazza  - afferma l'assessore alle Atttività produttive del Comune di Brindisi, Massimo VItali - è davvero grave e preoccupante. Che si possa irrompere alle nove e trenta all’interno di
un’attività in pieno centro per derubare la cassa non è accettabile. Esprimo la mia solidarietà ai gestori del locale, ai lavoratori ed anche ai cittadini che si trovavano all’interno. So che c’è il massimo impegno da parte delle Forze dell’Ordine per fare luce su quanto accaduto e per monitorare il nostro territorio, rinnovo la vicinanza e l’attenzione da parte mia e dell’amministrazione”.

"Apprendiamo dagli organi di stampa del furto accaduto la sera di lunedì 22 novembre, nel ristorante Acquapazza.  Non è accettabile - dichiara il presidente della Confesercenti provincia di Brindisi, Michele Piccirillo - che si possa irrompere all’interno di un’attività in pieno centro cittadino e nel pieno della attività per derubare la cassa. Esprimiamo piena solidarietà al proprietario del ristorante ed ai lavoratori.  Siamo certi del massimo impegno delle Forze dell’Ordine per fare luce su quanto accaduto".  


Articolo aggiornato alle ore 13:44(solidarietà Confesercenti)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladro irrompe in ristorante: rubato registratore di cassa, ma era vuoto

BrindisiReport è in caricamento