rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Incidenti stradali Casale

Due studenti investiti all'uscita dalla scuola: grosso spavento, traffico in tilt

È accaduto oggi (19 settembre) nei pressi della rotatoria che collega le vie Brandi, Brin e Ciciriello

BRINDISI - La denuncia fatta pervenire ieri (18 settembre) da un lettore, residente al Casale, alla redazione di BrindisiReport - ma prima ancora inviata all'Amministrazione comunale - era stata profetica. 

Ingorgo giornaliero davanti alle scuole del Casale: traffico in tilt e rischio di incidenti

Come raccontato, anche quest'anno, a partire dal mese di settembre si ripetono i disagi nel quartiere, in concomitanza con l’entrata e l’uscita degli allievi dalle scuole. L'importante numero di istituti scolastici presenti nella zona, contribuisce in modo determinante alla congestione del traffico. Una situazione che diventa rischiosa se si considera che molti studenti attendono il passaggio dei bus occupando parte delle carreggiate. Ma in ogni caso, l'elevata presenza di alunni in un'area circoscritta - ad alta densità di veicoli su strada - può essere causa di incidenti stradali nell'ora di punta. 

E così, nella giornata di oggi (19 settembre), è successo quello che si temeva. Dopo il suono terminale della campanella, un motociclista - per cause da accertare - ha investito due studenti minorenni, ora in ospedale con lesioni (fortunatamente) non gravi. 

L'impatto è avvenuto all'altezza della rotatoria in cui confluiscono via Nicola Brandi, via Benedetto Brin e via Ciciriello. Uno snodo nevralgico della viabilità al Casale, soprattutto al termine delle lezioni scolastiche.

L'accaduto ha mandato ancora di più in tilt il traffico, creando una coda di auto che su via Brin arrivava fino allo stadio "Fanuzzi". 

Sul tema è intervenuto con una nota, sempre nella giornata odierna, il consigliere del Pd Alessio Carbonella: "Nella scorsa consiliatura era stato dato un forte impulso per l’inizio dei lavori del progetto cosiddetto Shuttle che prevedono importanti opere di infrastrutturazione stradale - scrive - In queste settimane infatti sono in fase avanzata i lavori per la realizzazione di una strada di collegamento tra via Ruggero De Simone e via Torretta che potrebbe, in parte, decongestionare il traffico che si crea su via Nicola Brandi nelle ore di punta - prosegue - È chiaro che non basta, poiché anche l’ingombro stradale dei bus che trasportano gli studenti rappresenta un’ulteriore criticità. Per questo sarebbe opportuno riaprire il dialogo con il Comando Interregionale Marittimo Sud della Marina Militare, che si è sempre dimostrato attento e disponibile alle richieste del Comune di Brindisi orientate al bene comune, finalizzato ad individuare un percorso amministrativo condiviso per la cessione e la valorizzazione di un’ampia area di demanio militare, attualmente in disuso, che si affaccia proprio su via Nicola Brandi, ubicata tra gli alloggi destinati al personale militare e la caserma dei Vigili del Fuoco - conclude - L’idea, approfondita nella scorsa amministrazione anche su suggerimento dei dirigenti scolastici dei plessi nelle vicinanze, era quella di realizzare un’area di fermata e di sosta per i bus in cui poter svolgere le manovre in totale sicurezza e senza creare ingorghi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due studenti investiti all'uscita dalla scuola: grosso spavento, traffico in tilt

BrindisiReport è in caricamento