Sabato, 13 Luglio 2024
Sport

"Fanuzzi": appaltata anche seconda tranche di lavori, la situazione del terreno di gioco

Gli interventi riguardanti nuovi seggiolini, spogliatoi e videosorveglianza affidati a una ditta di Bari con un ribasso del 28,61 percento. Si procede da settimane sui fronti del manto erboso e dell'impianto di illuminazione

BRINDISI – Mentre procedono i lavori di rifacimento del terreno di gioco, è stato aggiudicato anche l’appalto riguardante il secondo stralcio di interventi presso lo stadio Franco Fanuzzi di Brindisi. Si tratta di 17 opere da portare a termine entro 90 giorni dalla consegna del cantiere, fra cui: nuovo impianto di video sorveglianza; nuove postazioni per diversamente abili; seggiolini in tribuna e gradinata; miglioramento della tribuna stampa e degli spogliatoi; creazione di una barriera tra l’accesso dei tifosi locali alla tribuna centrale e l’ingresso del settore ospiti (curva Nord).  Questo e altro ancora per adeguare l’impianto di via Benedetto Brin alle prescrizioni della Lega Pro e consentire al Brindisi Fc di disputare nel proprio fortino le gare casalinghe del campionato di Serie C.

L’appalto è stato affidato in favore dell’impresa Mica Srl di Bari, che ha offerto un ribasso del 28,61 percento sul prezzo a base d’asta pari a 728mila euro e quindi eseguirà i lavori per un importo di 661mila euro, oltre a 7.726 euro per oneri di sicurezza. Il totale è di 668mila euro.

Se il cronoprogramma sarà rispettato, questa seconda tranche di interventi sarà conclusa entro il mese di dicembre: in tempo per la scadenza inviolabile di febbraio 2024. Più stringenti, invece, i tempi per la realizzazione degli interventi inderogabili, come il potenziamento dell’impianto di illuminazione e il nuovo manto erboso.

Il cantiere sul terreno di gioco del Fanuzzi

Nuovo terreno di gioco: la situazione

Su entrambi questi fronti, da quanto appreso, si viaggia spediti. L’azienda “Vivai Barretta Garden” è al lavoro da settimane sul terreno di gioco. I drenaggi sono stati completati e si sta procedendo con la copertura degli stessi. Il passo successivo sarà la posa dei rotoli di erba. Il cantiere, salvo intoppi, sarà concluso fra le fine del mese di settembre e i primi giorni di ottobre. Procedono a ritmo serrato anche i lavori sulle torri faro, la cui potenza sarà aumentata in un primo step fino a 500 lux a partire dai 500 attuali, per poi salire, entro febbraio 2024, a 800 lux. Nelle prossime settimane si dovrà procedere anche con la numerazione dei posti a sedere (altro intervento inderogabile) in vista dell’installazione dei seggiolini su tribuna e gradinata. 

Stanziamento totale da 2,2 milioni di euro

E si entra dunque nel secondo stralcio di interventi, che dovrebbero partire nel giro di alcuni giorni. Complessivamente il progetto redatto lo scorso luglio dai tecnici comunali prevedeva un totale di 27 interventi, per uno stanziamento complessivo di 2,2 milioni di euro tramite la devoluzione di mutui già stipulati con la Cassa depositi e prestiti. Mezzo milione di euro, tramite la medesima formula, era stato già accantonato dalla precedente amministrazione comunale nell’ambito del piano triennale di opere pubbliche.

Almeno altre due partite "fuori casa"

Il campionato di Serie C, intanto, è giunto alla seconda giornata. Ma il Brindisi in realtà ha disputato solo la prima, a Potenza, per indisponibilità (causa incendio) dello stadio Iacovone di Taranto, che avrebbe dovuto ospitare la partita Brindisi-Catania, valevole per il secondo turno. E a tal proposito si attende di capire la situazione dell’impianto sportivo ionico, in cui i biancazzurri dovrebbero disputare almeno altre due partite casalinghe in programma consecutivamente fra la quarta e la quinta giornata, rispettivamente contro Monterosi (21 settembre) e Benevento (25 settembre). 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fanuzzi": appaltata anche seconda tranche di lavori, la situazione del terreno di gioco
BrindisiReport è in caricamento