Bomba, per l'evacuazione 300 brandine nelle scuole. Previsti colazione e pranzo

Almeno mille cestini con cornetti e altrettanti con i panini. Inizio e fine evacuazione con sirene contemporanee di 100 mezzi delle forze dell’ordine

La piantina delle zone da evacuare

BRINDISI – Brandine per la notte e cestini, sia per la colazione che per il pranzo: saranno a disposizione dei brindisini che decideranno di ritrovarsi nelle scuole, già la sera precedente al 15 dicembre, giorno stabilito per il disinnesco dell’ordigno bellico ritrovato nell’area del cinema Multisala, lo scorso 2 novembre.

Ordigno bellico multisala-2

Le scuole aperte il 14 dicembre, dalle 18

Il Comune di Brindisi ha previsto l’apertura di quattro plessi il pomeriggio del 14 dicembre, già a partire dalle ore 18, per evitare di concentrare le operazioni di evacuazione la mattina del 15 dicembre, dalle 5 sino alle 8, tenuto conto del fatto che i brindisini interessati al piano sono 53.669. E che si stima un flusso di auto compreso tra undicimila e 12mila, in uscita dalla città.

Saranno aperte dalle 18 del 14 dicembre i seguenti istituti: la scuola media Leonardo Da Vinci in via Don Guanella civico 9, dove troveranno accoglienza anche le persone assistite dalla Asl; la scuola media di via Mantegna 23; la scuola media Mameli in via della Torretta 40 e, infine, la scuola primaria Marinaio d’Italia in via Umberto Maddalena 31.

Brandine e cestini

Per tutti coloro i quali decideranno di lasciare le proprie abitazioni il sabato pomeriggio o sera, sono stati previsti cestini e brandine. Complessivamente a Brindisi ci sarà la disponibilità di almeno 300 brandine: saranno fornite dalla Protezione civile regionale e dal Battaglione San Marco. In ognuna delle quattro scuole destinate all’accoglienza pomeridiana e notturna, ne saranno destinate fra 15 e venti.

In base al numero dei brindisini presenti la notte, saranno previsti cestini sia per la colazione che per il pranzo. Il sacchetto per la colazione prevede cornetto e a scelta caffè, latte o tè; mentre in quello per il pranzo ci saranno due panini e una bottiglietta d’acqua.

Piano evacuazione bomba Brindisi-2-2-4

Le altre scuole per l’accoglienza

Sono state confermate le altre aree di accoglienza, che il Comune di Brindisi ha già comunicato nei giorni scorsi. L’elenco delle scuole disponibili comprende:  l’istituto comprensivo Sant’Elia-Commenda in via Mantegna 23, con capienza pari a 400 persone; scuola primaria via Mantegna 8, con capienza pari a 560 persone; istituto Maiorana in via Montebello 11, con capienza 800 persone; istituto alberghiero Pertini con capienza 1.200 persone; istituto Cappuccini in via don Luigi Guanella con pazienza 760 persone; istituto comprensivo Casale-Paradiso scuola media Mameli in via della Torretta, capienza 600 persone; liceo scientifico Fermi Monticelli in via Nicola Brandi, con capienza 1960; istituto Carnaro-Marconi-Flacco-Belluzzi in via Brandi, con 1.200 persone; istituto Ferraris De Marco in via Brandi 680 persone; istituto Giorgi in via Amalfi, capienza 1520 persone; istituto Casale-Paradiso in via Vincenzo Gigante, capienza 700 persone; istituto Casale scuola d’infanzia Boschetti-Alberti e primaria Calò in via Primo Longobardo 450 persone; istituto Casale Paradiso, scuola primaria Marinaio d’Italia in via Umberto Maddalena, capienza 240 persone; scuola d’infanzia Sant’Antonio da Padova, capienza 120 persone.

brigante orefice bomba-2-2

Le sirene

A dare il via alle operazioni di evacuazione dei brindisini residenti nel raggio di 1.617 metri, dal punto un cui è stata trovata la “bomba d'aereo modello MK V SAP 500 libbre di fabbricazione inglese, saranno le sirene dei mezzi delle forze dell’ordine: in occasione dell’ultima riunione del Coc è stato deciso di azionarle contemporaneamente. La comunicazione sonora, quindi, avverrà alle 5 del 15 dicembre. Tre ore più tardi, altra comunicazione dello stesso tipo per indicare la chiusura delle operazioni di evacuazione. Non è escluso che allo stesso modo sarà data notizia del rientro nelle abitazioni, una volta che gli artificieri avranno dato il via libera.

Per il disinnesco dell’ordigno che pesa 226,80 chili, al cui 'interno c’è un “esplosivo di caricamento di 40,87 chili di tritolo”, saranno impegnati gli artificieri dell'11esimo Guastatori della Brigata Meccanizzata Pinerolo. L’intervento dovrebbe richiedere in tutto al massimo tre ore, salvo imprevisti: la bomba sarà trasferita e fatta brillare in una cava di sabbia.

Resta attivo il numero utile 0831-229888, riservato alle persone che necessitano assistenza, perché non autosufficienti. Nel file diffuso dal Comune, sono ricordati anche i numeri 112, per il pronto intervento, e il 118, per emergenze sanitarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giallo di Ceglie: i due rumeni si sarebbero uccisi a vicenda

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Incidente sulla circonvallazione: giovane motociclista in ospedale

  • Inseguimento si conclude con scontro frontale: un arresto

  • Grave aggressione contro operatori del 118: danneggiata un'ambulanza

  • Incidente sulla superstrada, auto contro alberi: grave un giovane

Torna su
BrindisiReport è in caricamento