rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Funerali di Melissa, i compagni

MESAGNE - La mamma di Melissa, Rita, non era presente nella chiesa Madre accanto al feretro della figlioletta perché ancora in ospedale, sotto cure mediche a causa dello shock successivo alla notizia della morte di Melissa. Papà Massimo, stringeva tra le braccia, in un modo da straziare l’anima, una gigantografia della piccola Melissa, la foto ritraeva un momento della sua prima comunione. Quel papà coraggio, non smette di stringere la sua Melissa al suo cuore. Melissa è lì che deve stare, dentro al cuore, non potrà mai andare via.

MESAGNE - La mamma di Melissa, Rita, non era presente nella chiesa Madre accanto al feretro della figlioletta perché ancora in ospedale, sotto cure mediche a causa dello shock successivo alla notizia della morte di Melissa. Papà Massimo, stringeva tra le braccia, in un modo da straziare l'anima, una gigantografia della piccola Melissa, la foto ritraeva un momento della sua prima comunione. Quel papà coraggio, non smette di stringere la sua Melissa al suo cuore. Melissa è lì che deve stare, dentro al cuore, non potrà mai andare via. Uno strazio che va oltre ogni parola. Una tragedia senza precedenti. Un dolore che raccoglie un mondo intero. Si sono uccisi i sogni e le speranze, i desideri e i sorrisi ma anche i pianti, tutte le emozioni, di una ragazzina di soli 16 anni, nell'età più bella, quella in cui il cuore inizia a battere, e la mente comincia a realizzare i propri desideri e profumi migliori. Gli occhi dei compagni di classe di Melissa Bassi è difficile commentarli e descriverli. Gonfi e rossi. Lacrime e disperazione. Giovani che si chiudono nella loro disperazione, uno accanto all'altro. Amiche che si sono inginocchiate accanto alla loro amichetta, le hanno lasciato fiori bianchi e peluche. Le loro mani accarezzavano il feretro, come se fosse il viso della loro Melissa, quella compagna di banco e di vita che sorrideva sempre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Funerali di Melissa, i compagni

BrindisiReport è in caricamento