rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Politica Francavilla Fontana

Maggioranza Denuzzo - Partito Democratico: prove tecniche di intesa

Apertura del primo cittadino francavillese durante il consiglio comunale. Il segretario del Pd: "Atto coraggioso, adesso serve unità di vedute"

FRANCAVILLA FONTANA - "Sono onorato dell'attenzione del Pd e dell'elettorato del Pd". Non sono parole banali quelle pronunciate ieri (giovedì 9 giugno) da Antonello Denuzzo in consiglio comunale. Tra un ordine del giorno e l'altro, il primo cittadino di Francavilla Fontana ha, pronunciando poche parole, aperto di fatto a un accordo tra la sua maggioranza e il Partito Democratico. E sì che sono mesi che questa voce rimbalza da Castello Imperiali alla stampa, ma si è scontrata sempre con i democratici all'opposizione che non hanno lesinato affondi e attacchi politici, su questioni di merito. Centrosinistra unito? Lavori in corso. E intanto il segretario cittadino del Pd, Carmelo Sportillo, contattato da BrindisiReport, non si nasconde e parla di un "atto coraggioso" da parte di Denuzzo. 

Riassunto delle puntate precedenti

Elezioni amministrative 2018: a sorpresa la maggioranza che si forma a Francavilla Fontana è composta da volti nuovi che al ballottaggio superano, sempre a sorpresa, il Pd targato Maurizio Bruno. Gli anni passano con un Partito Democratico relegato all'opposizione che non fa sconti all'attuale maggioranza. Ma il clima in Italia cambia, si parla di un centrosinistra unito, il Pd governa con i Cinque Stelle. La situazione nazionale si riflette su quella locale. Si inizia a fare strada un'idea: l'attuale maggioranza è progressista, inserita nell'alveo del centrosinistra. Il Pd, ça va sans dire, è centrosinistra pure. I Cinque Stelle idem. Perché non unire le forze? Il 25 novembre 2021 c'è un nuovo assessore a Francavilla: il pentastellato Giuseppe Ricchiuti. I Cinque Stelle entrano ufficialmente in maggioranza.

Carmelo Sportillo-2

Il Pd: "Per ora niente nomi"

Il segretario cittadino del Pd, Carmelo Sportillo (nella foto sopra), interpellato da BrindisiReport, non si è tirato indietro: "Non neghiamo che in passato ci sono stati tentativi di avvicinamento, anche palesati sulla stampa, da entrambe le parti". Martedì 18 gennaio 2022 è una data importante per questa "operazione". Nella storica sede di vico Salerno c'è un incontro dei democratici. Ospite - a sorpresa? - proprio Antonello Denuzzo. Si è parlato di tutto, per vedere se esiste una piattaforma condivisa. Sempre Sportillo spiega: "E' un atto di coraggio quello del sindaco (l'apertura al Pd in consiglio comunale, ndr), perché all'interno della maggioranza non tutti la pensano allo stesso modo. Comunque, ci deve essere accordo sui programmi, non un assegno in bianco. E per ora, almeno da parte nostra, non si fanno nomi".

"La coalizione si costruisce intorno al candidato"

L'operazione non è facile. Non solo per le idiosincrasie, ma anche per un altro motivo. Antonello Denuzzo, sempre contattato da BrindisiReport, ha spiegato che "abbiamo voluto e vogliamo tuttora dare un senso di continuità amministrativa. Comunque, la coalizione si costruisce intorno alla figura di un candidato sindaco che fa sentire tutti garantiti. Se il dialogo col Pd dovesse essere incentrato su di me come garante, io ne sarei onorato". Già, ma come detto sopra, il Pd per ora di nomi non ne vuole sentire parlare. In maggioranza invece il nome di Denuzzo quale candidato prossimo venturo non sembra essere in discussione. Ad aprile, per esempio, Articolo 9 - che sostiene il primo cittadino in consiglio comunale - ha specificato di voler puntare proprio sull'attuale sindaco in vista delle elezioni amministrative 2023. A febbraio Idea per Francavilla - sempre in maggioranza - era stata categorica: su Denuzzo non si discute. Insomma, l'intenzione di fare questo centrosinistra unito c'è, ma prima bisognerà limare degli aspetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maggioranza Denuzzo - Partito Democratico: prove tecniche di intesa

BrindisiReport è in caricamento