rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Calcio

Torna a sorridere la Virtus Francavilla: Viterbese battuta per 2-1

Nella diciannovesima giornata del campionato di Serie C, girone C, i biancazzurri hanno colto i tre punti dopo due sconfitte di fila, prolungando l'imbattibilità della Nuovarredo Arena

La Virtus Francavilla non sbaglia l'appuntamento contro la Viterbese: alla Nuovarredo Arena gli uomini guidati da Antonio Calabro hanno vinto per 2-1 a seguito di una prova di abnegazione e capacità di saper soffrire nei momenti chiave. Alcune cose sono da rivedere, come la gestione del pallone, tuttavia era fondamentale raccogliere i tre punti per dare un segnale alla classifica. Ora i punti accumulati dal club della Città degli Imperiali sono saliti a quota 22.

Virtus Francavilla-Viterbese, le formazoni iniziali

VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Avella; Solcia, Minelli, Caporale; Cisco, Macca, Risolo, Murilo, Enyan; Maiorino, Patierno. All. Calabro.

VIRTERBESE (4-4-2): Bisogno; Riggio, Ricci, Marenco, Semenzato; Pavlev, Megelaitis, Mbaye, Rodio; Mungo, Polidori. All. Pesoli.

Il primo tempo

La Virtus ha fin da subito alzato il baricentro, per cercare di schiacciare la Viterbese, schierata con un 4-4-2 in cui le linee in fase di non possesso si stringevano, per chiudere gli spazi. La prima fase della gara è stata contratta, caratterizzata da alcuni errori tecnici da entrambi le parti; in avvio meglio comunque i padroni di casa, aggressivi nel voler recuperare il pallone e lancarsi così in ripartenza. Al 26', sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Patierno è stato atterrato in area di rigore: lo stesso attaccante si è presentato sul dischetto e ha sbloccato il risultato spiazzando Bisogno. La reazione ospite è arrivata nella parte finale di frazione, con il colpo di testa di Polidori respinto fuori dal riflesso di Avella. La Viterbese ha lasciato troppo scoperto il lato debole della difesa e Cisco ne ha approfittato per trovare spazio, sfiorando il raddoppio grazie ad un velenoso tiro-cross che si è spento sul fondo. Il primo tempo è stato tutto sommato blando e a ritmi bassi, sia per la sterilità offensiva della Viterbese, che non è riuscita a pungere nelle iniziative degli esterni e sia per l'imprecisione in fase di palleggio della Virtus Francavilla, che poteva gestire meglio alcune situazioni

La ripresa

La gara è stata spezzettata inizialmente anche nel secondo tempo. La Virtus si è fatta vedere dalle parti di Bisogno in occasione del break di Macca, lesto a servire Patierno che ha crossato in mezzo costringendo il potiere ospite a smanacciare in uscita. La Viterbese ha però ristabilito l'equilibrio al 59', grazie al colpo di testa di Ricci imbeccato sulla punizione defilata di Mungo. La Virtus ha accusato il colpo, incapace di dare continuità alla costruzione della manovra. Ma, come spezzo accade  nel calcio, lo spunto individuale cambia l'inerzia di un incontro: al 69' Murilo si è accentrato e ha servito Risolo su un taglio in area, il centrocampista ha addomesticato il pallone e ha battuto Bisogno da due passi. La formazione laziale si è portata in avanti alla ricerca del pari, andando alla ricerca degli esterni di centrocampo: durante il forcing finale Rodio ha colto una clamorosa traversa dopo una parta di Avella su Mungo, da cui sono passate la maggior parte delle iniziative della Virtebese. La Virtus ha serrato i ranghi e ha cercato di creare densità in mezzo al campo, per coprire le scorribande avversarie. Nei quattro minuti di recupero non è accaduto nulla, i biancazzurri sono riusciti a tenere il campo e a portare a casa tre punti preziosissimi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna a sorridere la Virtus Francavilla: Viterbese battuta per 2-1

BrindisiReport è in caricamento