Cronaca

Rapina in pieno giorno nella gioielleria del centro commerciale Le Colonne

Momenti di tensione nella galleria del centro commerciale Le Colonne di Brindisi dove intorno alle 14 è stata compiuta una rapina ai danni della gioielleria Follie D'Oro

BRINDISI - Momenti di tensione nella galleria del centro commerciale Le Colonne di Brindisi, sulla statale 7 per Taranto, dove intorno alle 14 è stata compiuta una rapina ai danni della gioielleria Follie D'Ordo, già bersaglio di colpi simili, l'ultimo colpo risale al 3 dicembre scorso. Sul posto carabinieri, polizia, e ambulanza del 118. I banditi avrebbero agito armati di martello, sono entrati nella galleria a bordo di uno scooter, un Liberty, seminando il panico tra i clienti. Più di qualcuno ha pensato a qualche attentato, una commessa è riuscita a rifuggiarsi nel retrobottega attivando il dispositivo nebbiogeno. Nei pressi della gioielleria, quindi, "è calata la nebbia" che in molti hanno scambiato per fumogeni accesi. 

Nel frattempo i clienti si sono precipitati verso l'uscita tra urla e pianti, specie perchè il primo pensiero è andato a un attacco terroristico. Qualcuno avrebbe udito degli spari ma da quanto è stato accertato i rapinatori non avevano armi ma solo un martello. Non hanno proferito parola, una volta davanti alla gioielleria si sono limitati a colpire le teche per demolirle e prelevare i preziosi. Tutto si è verificato nel giro di pochissimi minuti. Polizia e carabinieri stanno cercando di ricostruire l'accaduto e hanno avviato le ricerche dei rapinatori. Sono state eseguite diverse perquisizioni in abitazioni di gente ritenuta sospetta, con ogni probabilità gli autori di questo colpo hanno le ore contate. Le telecamere e la testimonianza di chi ha assistito alla scena avrebbero dato un contributo rilevante alle indagini. Al vaglio anche l'ultima rapina con lo scooter compiuta a Brindisi, precisamente in piazza Dante del 20 giugno scorso, anche in quel caso ad agire furono in due a bordo di uno scooter, non si esclude che si tratti della stessa coppia di rapinatori. 

LE TESTIMONIANZE

Con ogni probabilità il bottino è stato magro, contrariamente a quanto si pensava inzialmente, quando è stato riferito che i rapinatori erano fuggiti con sacchi pieni di preziosi, solo una teca si è rotta, le altre sono tutte rimaste integre. 

VIDEO: PANICO SUBITO DOPO LA RAPINA

E' la terza volta che l'Ipercoop finisce nel mirino dei rapinatori e in particolare si tratta del secondo assalto armato ai danni della gioielleria Follie D'oro. Il primo risale al 3 dicembre del 2014, quando un commando armato di mazze ferrate e pistole spaccò le teche del negozio, portando a casa un ingente bottino. La seconda rapina venne perpetrata il 7 gennaio 2015, quando un malvivente solitario fece irruzione all'interno dello store Happy Casa. In tutti e tre i casi si sono registrate scee di panico fra le centinaia di clienti che hanno visto entrare in azione i delinquenti. 

ARTICOLO IN CONTINUO AGGIORNAMENTO 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in pieno giorno nella gioielleria del centro commerciale Le Colonne

BrindisiReport è in caricamento